Matrimonio all’aperto

Matrimonio all’aperto

99459

Organizzare un matrimonio all’aperto è uno dei sogni di molte coppie pronte a pronunciare il “sì” alle porte della bella stagione. Dopotutto, a chi non piacerebbe sposarsi all’aperto, circondati dalla natura e dal profumo dei fiori, in compagnia di amici e parenti? Sulla scia della tradizione americana, il matrimonio all’aperto sta diventando anche in Italia un’usanza sempre più diffusa. Certo, in Italia sposarsi all’aperto è più complicato perché il cattolicesimo permette le nozze soltanto in luoghi consacrati ed anche per il rito civile le limitazioni non sono poche.

Burocrazia per celebrare un matrimonio all’aperto

Il matrimonio all’aperto con rito cattolico è possibile solo in presenza di una valida causa, da sottoporre all’Ordinario. Alcune cittadine e paesi italiani, possiedono giardini e terreni adiacenti ai luoghi di culto in cui il sacerdote celebra la messa durante la bella stagione e su richiesta anche le nozze. Non va poi dimenticata la possibilità di scegliere castelli e ville per matrimoni con cappella annessa.
Per il rito civile all’aperto, la legge autorizza le celebrazioni al di fuori della casa comunale solo in presenza di seri impedimenti. I registri comunali infatti non possono essere trasportati ovunque. Un matrimonio all’aperto con rito civile può essere celebrato dunque nei giardini della casa comunale oppure in uffici istituiti dal Comune stesso: ville, castelli e palazzi possono diventare la sede ideale per il matrimonio civile.

Fonte: LeMieNozze